Single Blog Title

This is a single blog caption
I Rimpianti maggiori Frequenti di chi sta morendo

Quali Sono I Rimpianti Più Frequenti Delle Persone Che Stanno Morendo

Se ti stai chiedendo: “Quando le persone guardano al loro passato, quali sono i loro rimpianti più frequenti? Cosa avrebbero voluto fare diversamente? Cosa cambierebbero nella loro vita se avessero l’opportunità di tornare indietro?”

L’autrice Bronnie Ware fornisce delle risposte molto interessanti a queste domande dopo aver trascorso diversi anni con i malati terminali, standogli vicino nelle loro ultime settimane di vita.

Quando ho chiesto loro quali fossero i principali rimpianti della loro vita”, racconta Bronnie, “invariabilmente emergevano dei temi comuni e delle profonde analogie tra i vari pazienti.

Questi sono i 5 rimpianti più comuni di chi sta per morire, così come li ha raccolti Bronnie Ware:

 

1# Vorrei aver avuto il coraggio di vivere la mia vita, non la vita che gli altri si aspettavano da me

Ti sei mai svegliato realizzando che non stai vivendo la vita che veramente volevi? È come se ti svegliassi nella vita e nel corpo di qualcun’altro.

È agghiacciante, ma un sentimento comune è non sapere quale strada percorrere.

Per molti questa realizzazione avviene tardi negli anni, quando la loro vita è quasi finita. Realizzano quanti sogni sono rimasti insoddisfatti.

In quel istante capiscono che hanno vissuto una realtà non loro, una realtà che non riflette chi sono veramente, una realtà non vera.

Molti di essi fanno fatica a capire, fino all’ultimo giorno della loro vita, che la felicità è una scelta.

Ogni giorno facciamo delle scelte, alcune grandi e altre piccole che con il tempo diventano abitudini. Queste abitudini si sommano a chi siamo oggi e chi saremo domani.

Che si tratti di quello che mangi per pranzo o di quello che dici a un collega frustrante, hai (letteralmente) centinaia di occasioni ogni giorno per definire chi sei attraverso le tue abitudini.

Se vuoi vivere una vita al massimo e senza rimpianti, devi capire l’importanza di migliorarti attraverso la creazione consapevole di buone abitudini.

Queste abitudini definiranno chi sei veramente e ti daranno il coraggio di vivere la tua vita, non la vita che gli altri si aspettano da te.

 

2# Vorrei non aver lavorato così duramente

Come la riporta Bronnie Ware:

“Questo è venuto fuori da ogni paziente di sesso maschile che ho assistito. Si sono persi l’infanzia dei loro figli e la compagnia dei propri partner.

Anche alcune donne hanno menzionato questo rimpianto, ma come se fossero di una vecchia generazione, molti dei pazienti di sesso femminile non erano stati capifamiglia.” 

Credo che questo rimpianto sia legato ad un periodo storico ed a una struttura sociale di un tempo.

Oggi giorno, le cose stanno cambiando. Abbiamo molte più possibilità di spendere tempo con la famiglia mentre il mondo del lavoro è sempre più flessibile a rispondere alle richieste dei lavoratori.

Quindi credo che questo rimpianto non sia preoccupante per la generazione attuale.

 

3# Vorrei aver avuto il coraggio di esprimere i miei sentimenti

Spesso questo rimpianto è accompagnato da rabbia, amarezza e risentimento.

Molti sopprimono i propri sentimenti per mancanza di coraggio: parlare liberamente delle proprie emozioni, dei propri pensieri e soprattutto dei propri sentimenti richiede sicurezza interiore.

Altri preferiscono uno stato quo: vogliono “sopravvivere” senza avere fastidi, senza giudizi o critiche degli altri, evitando così ogni tipo di conflitto.

Come conseguenza, si adagiano su di un’esistenza mediocre e non si sforzano minimamente di realizzare il proprio potenziale.

E quando non realizzi il tuo potenziale, non puoi vivere una vita al massimo. Per vita al massimo intendo una vita che ti dia gioia, passione ed eccitazione. In altre parole, avere una vita senza risentimenti che valga la pena vivere.

 

4# Vorrei essere rimasto in contatto con i miei amici

Molte persone si trovano sul punto di morte sole e dimenticate.

Siamo così concentrati sul nostro lavoro, attività, impegni e problemi di ogni giorno che rischiamo di trascurare e perdere amicizie preziose.

Ma una vita vissuta sterile di sentimenti e relazioni è una una vita che non vale la pena vivere. Con il passare degli anni, le persone realizzano che i soldi e il successo non servono a nulla, se rimasti da soli.

Se non vuoi rimpiangere di non aver dato alle amicizie lo sforzo e il giusto tempo che avrebbero meritato, dedica ogni settimana del tempo per connettere con loro e fanne fanne un’abitudine.

Non serve uscire a cena, giocare a golf e neanche andare in vacanza assieme, ma basta fare una telefonata e chiedere come vanno le cose.

Semplice ma efficace.

 

5# Vorrei aver permesso a me stesso di essere più felice

Molti cercano di essere felici nella vita, ma non realizzano che la felicità è una scelta. E` facile diventare schiavi delle proprie abitudini e routine.

Questo rimpianto si collega ai riampianti precedenti. La felicità è pienezza nel realizzare la propria potenzialità e scoprire chi siamo veramente, di aver espresso emozioni e sentimenti e di aver coltivato amicizie profonde.

Ma anche la felicità di godere di una vita vera a sé stessi: “La paura del cambiamento li fa fingere con gli altri e mentire a se stessi, convincendosi di essere contenti, quando nel profondo, non desideravano che ridere a crepapelle e inserire un po’ di infantilità nella loro vita” racconta Bronnie Ware.

 

Vivi La Migliore Versione Di Te Stesso

Da questa storia si possono trarre molti insegnamenti straordinari.

In particolare ci fa capire che la vita sia la nostra più grande opportunità. Sfortunatamente, molti non la colgono ma la lasciano passare guardandola passivamente invece di viverla.

Ho alcune credenze fondamentali…

  • Credo che tu abbia la capacità di vivere una vita migliore ricca di momenti felici, soddisfazioni e senza rimpianti. Credimi. Ti farò vedere come fare questo.
  • Credo che vuoi essere una persona migliore. Sono qui per aiutarti a scoprire il tuo potenziale innato.
  • Credo che tu meriti felicità, rispetto e amore. E sono determinato a darti gli strumenti per creare questi sentimenti in ogni fessura della tua esistenza.

Le persone ed i loro rimpianti descritti da Bronnie Ware, non sono altro che il risultato di una vita vissuta alla meno peggio invece di una vita al massimo. Una vita dettata d’abitudini inconsapevoli le quali determinano la loro vita.

Se non vuoi vivere una vita di solo rimpianti ma invece vivere una vita ricca di soddisfazioni e felicità, impara a creare abitudini consapevolmente.

Quando sei in grado di fare questo, allora puoi vivere una vita più vera con te stesso.

Lascia una Risposta

Copy link
Powered by Social Snap